Findea Close Icon

Come lanciare una campagna di crowdfunding di successo

Lanciare una campagna di crowdfunding senza un’attenta preparazione e con una strategia improvvisata (o meglio, senza una strategia)
Condividi ora!

Lanciare una campagna di crowdfunding senza un’attenta preparazione e con una strategia improvvisata (o meglio, senza una strategia) continua ad essere il motivo principale per cui la maggior parte dei progetti fallisce.

Il successo è determinato prima che la campagna abbia inizio, ed è troppo tardi voler correre ai ripari dopo aver cliccato sul pulsante “Lancia!“. Ovviamente neanche le campagne ben pianificate sono una garanzia di finanziamento, ma senza un’adeguata strategia ed esecuzione la probabilità di fallimento aumenta in modo drammatico.

Per quanto l’idea da finanziare possa essere brillante, il successo di una campagna di crowdfunding non è un fatto del tutto scontato. Seguendo questi passi, la campagna partirà con le migliori possibilità di finanziare con successo il proprio progetto.

Crea una community attraverso una landing page e i social media

Attiva una pagina di pre-lancio su Thunderclap.it o LaunchRock.com preannunciando la tua campagna e invitando le persone a iscriversi alla mailing list e a condividere la campagna quando sarà online. Di solito la fase di pre-campagna dura tra i 60 e i 90 giorni e successivamente, in base ai feedback e alle adesioni ricevute, puoi valutare se è ancora il caso di lanciare la campagna di raccolta fondi.

Lancio

Considera la tipologia di progetto che stai promuovendo, se si tratta di un prodotto stagionale, programma il lancio della campagna a ridosso della stagione di riferimento, è sicuramente più facile lanciare un piumino d’inverno che un termos d’estate.

Durata

Impostare una durata realistica è fondamentale per il successo della raccolta fondi. Scegli una durata che consenta di non disperdere l’entusiasmo e l’aspettativa che si sono generati attorno al tuo progetto, ma che al tempo stesso consenta anche alla community di riferimento di familiarizzare con il progetto e sostenerlo. L’equazione «più giorni on-line = più fondi raccolti» non funziona nel crowdfunding.

Stabilisci l’obiettivo economico da raggiungere partendo dalle spese vive

Ogni campagna, ogni team e ogni situazione è unica, per cui non esiste una formula valida per tutti ma ciascuno deve fare i propri calcoli. In ogni caso, una buona base di partenza è quello di tenere conto delle spese da sostenere per definire un budget minimo e di calcolare la portata che si è in grado di raggiungere con la propria community per definire un budget massimo.

Trasforma il tuo progetto in una storia

Presenta la tua campagna come una storia avvincente, non solo come una richiesta di finanziamenti. Costruisci il tuo racconto con chiarezza e la trasparenza: illustra il tuo progetto spiegandone le caratteristiche e i risultati, l’impiego dei fondi raccolti, l’eventuale ricompensa e ogni altro aspetto che spinga gli utenti a effettuare una donazione.

Video

Il video è la vetrina del tuo progetto, e dovrai letteralmente metterci la faccia. La durata media dei video dipende dalla portata del progetto, solitamente fra i 2 e i 3 minuti, ma l’importante è tenere vivo l’interesse di chi lo guarda. I primi 30 secondi sono fondamentali per catturare l’osservatore. Concentrati sul progetto, spiega in maniera chiara e dinamica cosa intendi realizzare e perché, da dove nasce l’idea e perché qualcuno dovrebbe supportarla

Definisci una serie di ricompense

Le ricompense servono a convincere l’utente a contribuire e ad aumentare l’importo della donazione. Per spingere ogni utente a partecipare secondo le proprie possibilità, predisponi quattro diverse fasce di ricompense: simboliche (gadget e ringraziamenti), di prodotto (anteprime, sconti, offerte e coupon relativi al progetto e alle sue attività, versioni personalizzate), extra (edizioni limitate, bozze, inviti, partecipazioni speciali, prodotti, workshop) e ricompense per grandi donatori (partnership e sponsor, coinvolgimento attivo nel progetto).

Il crowdfunding non va interpretato come una richiesta di aiuto quando tutte le altre strade (banche, investitori, produttori) non hanno portato risultati, ma come un investimento sia in termini economici che come operazione di marketing. E se vuoi ottenere risultati, devi prima investire: le campagne più finanziate al mondo sono infatti quelle che, oltre ai contenuti della campagna e al team di lavoro, pianificano anche una campagna pubblicitaria online o offline (investendo circa il 30% del budget che si vuole raccogliere) per promuovere la campagna e raggiungere direttamente un pubblico molto vasto di potenziali finanziatori.

Il nostro partner esclusivo:
Lo Studio Locatelli è stato fondato dal Prof. Alfonso Locatelli negli anni ‘60. Il Dott. Valerio Locatelli ha poi proseguito nell’esercizio dell’attività paterna di Dottore Commercialista, dando un importante impulso alla crescita ed alla specializzazione dello studio, al fine di consentire una risposta adeguata alle esigenze emergenti nel moderno contesto economico.In quest’ottica è avvenuta l’integrazione nella struttura di diverse figure professionali specializzate in differenti aree di attività, non solo Dottori Commercialisti, ma anche Avvocati, Notai ed esperti di settore, determinando la moderna realtà multidisciplinare attualmente rappresentata dallo Studio Locatelli Sani Ravani & Associati.
www.studiolocatelliassociati.comPanoramica dei servizi
Newsletter di STARTUPS.IT

Iscriviti ora e sii il primo o la prima a ricevere le ultime notizie.

A breve riceverete mensilmente una raccolta dei nostri articoli più importanti ed informazioni d'attualità.
Grazie mille! Abbiamo ricevuto la tua richiesta.🤩
Ops! Qualcosa è andato storto durante l'invio del modulo.